iPhone 5 – ecco tutte le voci

C’è un gran vociferare sull’iPhone 5; in attesa di notizie ufficiali, ecco un estratto delle più succose voci in circolazione.

Anzitutto: a quando l’uscita? C’è chi spera che l’iPhone 5 verrà lanciato tra  giugno e luglio, come le versioni precedenti, ma più verisimilmente sarà disponibile solo a fine settembre.

Sul nuovo design di iPhone 5 si sono sentite le più disparate ipotesi: sarà visivamente simile a iPhone 4, o ispirato all’iPad (più sottile e con cover in metallo)?

Il sito 9to5mac.com ha azzardato, da foto rubate dei componenti interni, che forma e dimensioni di iPhone 5 saranno effettivamente simili a quelle di iPhone 4, cosa che comunque non preclude la presenza di una cover metallica. Secondo il sito DigiTimes iPhone 5 sarà disponibile anche in versione bianca.

Sparirà il pulsante fisico di home? Verrà semplicemente spostato su uno dei lati? Completamente sostituito da un comando touch? …non lo avevano detto anche per l’iPad 2??

Il display sarà verisimilmente più grande (con diagonale tra 4’’ e 5’’), di tipo edge-to-edge. Ci si chiede se aumenterà la risoluzione (possibile), se supporterà il 3D (inverosimile).

Un’altra voce inattendibile è quella riguardante la presenza di una vera e propria tastiera fisica. È ormai dal suo esordio che si vocifera che l’iPhone potrebbe un giorno averne una. Un giorno, appunto….

Bisogno di  certezze? Eccone una, il processore dual core A5 basato sulla tecnologia ARM, la cui presenza nell’iPhone 5 è stata confermata in occasione della presentazione di iPad 2.

Tra le notizie quasi certe per quanto non ufficiali, vi è invece quella del passaggio della fotocamera da 5 a 8 megapixel. Non è noto se Apple continuerà ad avvalersi della Ominivision, o se passerà alla Sony, che fornisce già le batterie. La Omnivision ha recentemente lanciato sul mercato i nuovi sensori CMOS 16:9, che assicurano altissima qualità di immagini e video – questo si tradurrebbe nella possibilità di registrare filmati HD a 1080 p. E’ probabile anche il passaggio dell’output video VDA a HMDI, se non altro perché già in uso su altri diversi telefonini e tablet.

Ci si aspetta la presenza della connettività CDMA, in quanto già disponibile per iPhone 4. Non vi è invece nulla a sostegno della speculazione che iPhone 5 potrà supportare due microSIM contemporaneamente.

E’ molto probabile che il nuovo iPhone presenti un chip NFC (Near Field Communication). La tecnologia NFC consente al dispositivo che la implementa di interfacciarsi a vari lettori per effettuare pagamenti o trasferimenti di informazioni, semplicemente avvicinando i due dispositivi.

Secondo alcune fonti del New York Times  Apple sta considerando la possibilità di fare diventare MobileMe gratuito ed integrato con iTunes Cloud, rendendo così superflua l’archiviazione di contenuti sul proprio hard disk – questi resterebbero infatti disponibili sui server Apple, in una “nuvola online”, senza la reale necessità di un supporto di memoria fisico.

A questo proposito, sono interessanti le voci relative all’uscita di un iPhone mini: una versione più piccola ed economica di iPhone 4, che consentirebbe alla Apple di penetrare anche nella fascia di mercato medio-bassa. Il prezzo più accessibile sarebbe dovuto al risparmio su alcuni componenti interni, a cominciare dallo storage.

Quanto a iPhone 5, potrebbe avere ben 64 Gb di memoria inclusa. E’ quanto lasciano sperare alcune foto di un prototipo di iPhone 4 a 64 Gb pubblicate lo scorso mese su un sito estero, e quindi su MacRumors. Inoltre, la Toshiba ha recentemente presentato dei nuovi chip di memoria flash SmartNAND realizzati a 24 nanometri, disponibili con tagli fino a 64 Gb. Sembrano proprio adatti, sia per dimensioni che per prestazioni, al nuovo iPhone.

Altre voci parlano di un aumento della RAM a 1 GB e di migliorie nei controlli vocali.

Un ultimo rumor riguarda iOS 5: la data di presentazione del nuovo iPhone 5 coinciderà con quella di rilascio del nuovo sistema operativo?

Il sito francese NoWhereElse ha pubblicato un compendio grafico di tutte le voci sull’iPhone 5, corredate da quella che, secondo il sito, è la realistica percentuale di probabilità.

Giovanni Perteghella (98 Posts)

Giovanni Perteghella è un'istruttore certificato Cisco CCSI#32156, Cisco CCAI, VMware VCI e VMware vITA. Attualmente vive in Italia, tiene corsi e attività di consulenza in Europa e USA. Le aree primaria di interesse sono il Voice, Datacenter oltre al Routing&Switching e Wireless. Ama il mondo Apple da quando possiede il suo primo Apple ][ a 48KB


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.