Gartner nomina Cisco come Leader nella Unified Communications

Gartner è una azienda che si occupa di advisoring tramite analisi e ricerche di mercato/prodotto. L’obiettivo è di supportare le decisioni strategiche dei propri clienti aiutandoli con consulenze e report in grado di fornire un punto di vista privilegiato e indipendente sullo stato generale di uno specifico mercato e dei suoi prodotti delle varie aziende più importanti.

Gartner ha dichiarato Cisco leader del Quadrante Magico 2016 per la Unified Communications.

Questo report misura sia la capacità di esecuzione e completezza di visione per la Unified Communications, tra dieci top vendor di tecnologia nello spazio di comunicazione.

Secondo il rapporto, Cisco ha ricevuto il punteggio più alto in tutti i casi d’uso Gartner definisce come critico per le Unified Communications, compresa la piena UC con una forte telefonia, piena UC con collaborazione forte, piena UC per organizzazioni di medie dimensioni e la capacità di offrire soluzioni ibride.

 

Garner UC 2016

Garner UC 2016

 

Le aree in cui la UC è divisa sono sei:

  • Telephony Questa zona comprende telefonia fissa, mobile e software, così come l’evoluzione di PBX e IP PBX. Questa categoria include opzioni per la voce e video che bypassano i metodi di connettività tradizionali, come la connessione dirette attraverso internet
  • Conferencing Questa zona comprende multiparty conferenza vocale (audio), videoconferenza, web conferencing che include funzionalità  di condivisione di documenti e applicazioni e le varie forme di funzionalità di conferenza unificata.
  • Messaging Questa zona comprende e-mail, posta vocale e vari approcci per la messaggistica unificata (UM).
  • Presence and instant messaging (IM) — IM consente alle persone di inviare messaggi di testo e ha aggiunto informazioni ad altri o a gruppi, in tempo reale. servizi di presenza permettono agli individui di vedere lo stato di altre persone e risorse.
  • Clients  — client unificati consentono l’accesso alle molteplici funzioni di comunicazione da un’interfaccia coerente. Queste possono assumere diverse forme, tra cui client desktop, client leggeri nei browser e client per i dispositivi mobili (smartphone e tablet) così come i clienti specializzati incorporati all’interno di applicazioni di business.
  • Communications-enabled business processes (CEBPs) la capacità di integrare la soluzione UC con altre applicazioni aziendali e di comunicazioni per crea valore significativo per gli utenti; per esempio, l’integrazione di UC con le applicazioni sul campo di servizio o di acquisto.

 

 

Quattro caratteristiche avranno un effetto importante sul successo di un prodotto Unified Communications e la soddisfazione dei suoi utenti:

  • User experience — La qualità, intuitività e l’efficacia della user experience (UX) su tutti i dispositivi influenzano in modo significativo l’efficacia della soluzione, il suo tasso di adozione e utilizzo e, in ultima analisi, la produttività aziendale.
  • Mobility — le aspettative degli utenti in materia di mobilità continuano a crescere. Gli utenti mobili ora si aspettano un buon UX, tra cui video e la piena funzionalità di UC in una vasta gamma di dispositivi. esigenze emergenti per UC mobile che comprendono voce su Long Term Evolution (VoLTE) stanno cominciando a influenzare la pianificazione qui.
  • Interoperability — Le imprese vogliono evitare “giardini recintati” (walled gardens dove il fornitore di servizi ha il controllo su applicazioni, contenuti e media) e vendor lock-in, consentendo B2B interaziendale, business-to-partner (B2P) e la federazione business-to-consumer ( B2C). Molte aziende trovano le loro esigenze sono meglio serviti utilizzando diversi fornitori – al fine di soddisfare budget e gruppi di lavoro obiettivi. supporto WebRTC continua ad avanzare in importanza qui.
  • Broad solution appeal — soluzioni UC di successo devono  essere attraenti per un pubblico ampio e diversificato di influenzatori decisionali. Influencers coprono i tradizionali segmenti di pubblico, ma più di recente includono anche gruppi di progetto dipartimentali e interni.

Le dieci aziende analizzate sono :

  • ALE – Alcatel-Lucent Enterprise
  • Avaya
  • Cisco
  • Huawei
  • Interactive Intelligence
  • Microsoft
  • Mitel
  • NEC
  • ShoreTel
  • Unify

IBM invece esce dal quadrante per una rifocalizzazione su altri prodotti.

 

Link al report completo: 2016 Magic Quadrant for Unified Communications 

Follow me

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.